Quanto vale il mio camper usato?


come valutare un camper usato

Il camper è il nostro strumento di viaggio: comodo, accogliente, dotato di tutto ciò che la nostra famiglia necessità per le vacanze o per i brevi weekend, ci permette di visitare luoghi vicini e distanti, portandosi dietro le comodità di casa propria. Il camper, che sia mansardato o motorhome o semintegrale, è a tutti gli effetti un veicolo con targa e circolante per la strada, perciò necessita obbligatoriamente di una assicurazione.

Abbiamo già analizzato quali possono essere i costi ai quali si va incontro con l’acquisto di un VR (veicolo ricreazionale): assicurazione, rimessaggio, manutenzione ordinaria. Con questo articolo vorrei analizzare per quanto possibile quale sia il valore del nostro camper. 

A differenza del settore auto che è regolato da un libretto chiamato “EUROTAX” o da riviste specifiche come “Quattroruote” che specificano in maniera ufficiale il valore di ogni singola autovettura,  per il settore dei VR la situazione è molto differente.
 
Pur esistendo un preziario chiamato sempre “EUROTAX” di colore blu per la valutazione quando si acquista e di colore giallo per quando si vende, non esiste nulla di ufficiale per il pubblico con il quale si possa capire il valore del nostro strumento per le vacanze.

 

Come posso capire quanto vale il mio camper?


Se vogliamo avere un’indicazione generale possiamo semplicemente cercare su internet un veicolo uguale al nostro per modello, ed età e il gioco è fatto, ma se vogliamo una valutazione camper specifica? Il calcolo del valore del proprio VR è soggetto a tantissime variabili e l’Eurotax (riservato alle concessionarie) può darci una grossa mano, ma non dice sempre la verità. Intanto possiamo dividere il valore in differenti categorie:
  1. Valore di acquisto
  2. Valore affettivo
  3. Valore assicurativo
  4. Valore di mercato

camper hymer usato in Piemonte 
 

Il valore di acquisto è quello che la concessionaria camper o il privato propongono in vendita. Nel caso della concessionaria sarà composto a sua volta da più variabili che possono essere le garanzie, la gestione delle varie volture e passaggi di proprietà, il guadagno e un minimo per la trattativa e lo sconto. Nel caso del privato la situazione è diversa poiché potrebbe vendere per realizzo, o perché non utilizza più il camper o perché ne vuole acquistare un altro.

Il valore affettivo è quello che noi stessi diamo all’oggetto, per un affetto che ci lega ad esso. In questo caso potrebbero essere delle vacanze particolarmente belle, o viaggi fatti con i figli, o più semplicemente “come lo tengo io, non lo tiene nessuno” (questo succede anche al sottoscritto quando vuole sostituire la propria automobile).

Il valore assicurativo è in genere coincidente con il valore Eurotax Blu. È quel valore che l’assicurazione vi chiede per assicurare il VR. In questo caso consigliamo di includere anche gli accessori installati sul camper.

Il valore di mercato è quello più preciso e veritiero tra le varie categorie, ma anche il più difficile da calcolare. Esso comprende diverse variabili tra cui il valore Eurotax Blu, la marca del camper, la meccanica e il chilometraggio, l’anno di immatricolazione, la disposizione interna, il mantenimento del camper, la manutenzione fatta negli anni passati e infine il luogo di vendita. L’Eurotax ha valori di camper precedenti di nove anni: questo aiuta il venditore della concessionaria ad avere un indicazione di quanto potesse costare nuovo il VR e di quanto possa essere il valore attuale, ed è la fetta più grande della valutazione. Il marchio del VR può far oscillare la valutazione anche di parecchi euro: un marchio più conosciuto sarà più vendibile rispetto ad uno meno blasonato. Meccanica e chilometraggio sono basilari: un camper di un ottimo marchio ma con una meccanica meno commerciale o con tanti chilometri in rapporto all’età potrebbe essere penalizzato di qualche punto sulla valutazione. 

Sulla base dei periodi di mercato e alle diverse zone anche all’interno della stessa regione, il valore può variare. Il mercato e quindi la richiesta del cliente ci aiuta a capire se un camper da sette posti letto può essere in quel momento, e in quella zona più rivendibile di un camper di piccole dimensioni. Il mantenimento del camper in relazione all’anno di immatricolazione, ai chilometri percorsi e alla manutenzione eseguita è l’ultimo step di valutazione. Sono in genere quelle oscillazioni che vanno da € 500 a € 1.000 in positivo o in negativo.

A mio avviso la variabile più determinante e quella che nel tempo più ci aiuta a determinare il valore di un autocaravan è l’anno di immatricolazione. Esistono camper tenuti in modo particolarmente attento e preciso, ma con oltre vent’anni di vita, ed è questo un caso lampante dove si capisce che l’età è il fattore determinante sulla valutazione.

Come detto nelle righe precedenti, fino a nove anni di età l’EUROTAX ci agevola il lavoro, ma


COME POSSIAMO CALCOLARE IL VALORE DEL NOSTRO CAMPER SE HA Più DI NOVE ANNI DI VITA?


In questi casi possiamo avvalerci di una formula matematica. Quando un camper viene acquistato da nuovo, il prezzo è composto da una componente di valore ed una componente di tasse (IVA) che viene persa nel momento in cui si immatricola il VR. Ipotizziamo di acquistare un camper nuovo ad un prezzo di € 100.000,- e dopo dieci anni volerlo vendere ma non sapere a quanto. Il vero valore a nuovo del nostro VR è in realtà di:

€ 100.000 – 22% (IVA) ==> € 78.000,-

Nei primi anni di vita, e in funzione del periodo economico attuale (per i posteri, oggi è il 30 dicembre 2014) che stiamo vivendo, la svalutazione è più rilevante e importante. Si calcola per il primo anno di vita uno sgravio pari al 10% oltre all’IVA, un 6% per il secondo anno, e via via un 4% negli anni seguenti. Il nostro camper nuovo che da contratto abbiamo acquistato circa dieci anni fa, oggi avrebbe quindi un valore di:

€ 100.000 – 22% ==> € 78.000 – 10% ==> € 70.200 – 6% ==> € 65.988 – 4% - 4%.... ==> € 45.698,-

Questo è un valore molto indicativo da confrontare con i chilometri percorsi, la manutenzione fatta, la tipologia abitativa interna, ecc… come detto precedentemente.

valore accessori camper usato torino condizionatore e generatore camper usato

QUANTO VALGONO GLI ACCESSORI INSTALLATI SUL MIO CAMPER DI DIECI ANNI DI VITA? 


Gli accessori se installati da un’officina specializzata, e non dal più economico e meno qualitativo “FAI DA TE”, fino a nove anni di età hanno un valore pari al 50% del costo iniziale. Oltre tale data vengono inglobati in una valutazione generale del camper completo di strumentazione.

Esistono delle eccezioni anche per gli accessori. Ad esempio per i generatori di corrente e per i condizionatori cellula, oltre i cinque anni di vita, perdono completamente di valore. Ciò è dovuto alla rapida evoluzione della tecnologia che ne prevede continue variazioni e cambiamenti.
Il valore che abbiamo dato al nostro camper usato è certamente indicativo, e potrebbe variare da regione a regione. 

Esistono oltre ad un certa età del veicolo, dei valori per anni di immatricolazione. Un veicolo prodotto e immatricolato tra l’anno 1989 e il 1992 potrà valere all’incirca € 5.000,-, tra il 1992 e il 1995 da € 5.000 a € 10.000. Fanno eccezione quei veicoli come ad esempio Hymer che risultano essere molto longevi. Sulle nostre strade, e ancor di più su quelle tedesche è facile scorgere veicoli del 1974, ancora perfettamente viaggianti e funzionanti in ogni loro parte. 




Dicembre 2014