E' più coibentato un camper motorhome o un camper con cabina?






Tra le caratteristiche fondamentali per la ricerca di un camper nuovo o usato è certamente la coibentazione. Argomento tra i più dibattuti, divide i camperisti dai tempi dei primi Laverda su meccanica Fiat 238: chi ha la parete spessa cinque centimetri, chi solo tre centimetri, chi non ha legno all’interno delle pareti e chi non ha profili in alluminio con viti o chi ancora questi profili li ha coperti. Tanti marchi diversi di camper usati e nuovi, tante persone ad utilizzarlo, tante idee diverse.







Hymer Exsis-I 588: motorhome Hymer nuovo con letti gemelli  Hymer Tramp 578 CL: semintegrale Hymer nuovo con letti gemelli



Quale aspettativa abbiamo sul prodotto?

In principio ognuno di noi ha delle aspettative sui prodotti che acquista, che sia una crema per il viso, o un’ automobile nuova, o uno smartphone, e se questa aspettativa non viene soddisfatta, il prodotto è subito bollato come scadente. Mi capita di sentire per via del lavoro che faccio, di camper di fascia alta che in montagna con temperature ben al di sotto dello zero, non siano “sufficientemente” caldi. Continuando a parlare con il cliente, scopri che l’aspettativa era di avere a bordo del camper 23°C, camminare scalzi in pantaloncini e canotta. In altri casi dove l’aspettativa era ad esempio i 18/19°C, scoprire il cliente particolarmente entusiasta della gita. Questa è l’aspettativa: per uno stesso prodotto alcuni ne sono molto soddisfatti, altri molto delusi.
Oltre all’aspettativa, abbiamo dei dati tecnici alla mano. Le pareti del 70% dei camper in Europa sono coibentate con prodotti della famiglia dei poliuretanici (polistirolo, polistirene, poliuretano ad alta densità, styrofoam, xps), il 5% è rappresentato da camper in monoscocca di vetroresina, e il 25%  da camper puri, ovvero furgonati attrezzati.







Lunghezza parete su Hymer Exsis-I 588 Lunghezza parete del semintegrale Hymer Tramp 578 C



Anche nel camper contano le dimensioni?

Analizziamo i camper di classica costruzione con pareti coibentate: lo spessore della parete è importante, ma fino ad un certo punto. Una parete di spessore cinque centimetri in polistirolo è certamente meno coibentante di una parete di spessore tre centimetri di styrofoam o XPS, ma avrà un costo di costruzione decisamente più economico. Ma ad incidere tanto sulla temperatura interna del nostro camper sono anche le dispersioni di calore. Ad esempio il profilo in alluminio della porta cellula e dei portelloni esterni, spingono correttamente sulla guarnizione? O sono presenti delle fessure? E questi portelloni adottano una seconda guarnizione per la parte esterna, o solo una per la parte interna.

La coibentazione è certamente tra le caratteristiche da valutare quando si vuole acquistare un camper nuovo o usato, ma lo sono altrettanto le rifiniture per diminuire il più possibile la dispersione di calore.


Sono più coibentati i motorhome o i camper con cabina?

Ottima domanda, ma con una risposta difficilissima. Una delle differenza tra un camper motorhome e i camper mansardati e semintegrali è la completa trasformazione della cabina che nei primi mantengono solamente il cruscotto, il motore e i longheroni che lo supportano. I motorhome inoltre hanno una superficie vetrata decisamente più importante rispetto ai cabinati.

Analizziamo da più vicino un caso pratico per capire se è più coibentato un motorhome o un mansardato/semintegrale. Consideriamo per esempio in casa Hymer un Exsis-i 588, un motorhome di lunghezza non superiore ai sette metri con sistema di coibentazione esclusivo Hymer PUAL e un Tramp 578 CL, semintegrale di pari lunghezza e pari coibentazione. A primo impatto il pubblico individua il camper cabinato come il più coibentato poiché il motorhome ha una superficie di parabrezza e vetri laterali maggiore. Nel caso di Hymer questo non è corretto.

Osservando meglio il motorhome ci rendiamo conto che la coibentazione di alta qualità della parete percorre la lunghezza di tutto il camper fino al musetto anteriore. Lo stesso musetto anteriore è uno stampo unico in vetroresina rinforzato e coibentato dall’interno. Inoltre Hymer coibenta anche la zona che separa il motore dal prolungamento del cruscotto per garantire una bassissima dispersione di calore e un ottimo confort sonoro durante i nostri viaggi. Nei cabinati la parete ben coibentata termina circa due metri prima per lasciare spazio alla lamiera come nelle autovetture che utilizziamo tutti i giorni dove non è necessario utilizzare pannelli coibentanti poiché il riscaldamento durante il periodo invernale è più che sufficiente. Ma cosa succede appena fermiamo la nostra vettura in una fredda sera invernale?In pochi minuti la temperatura si abbassa allineandosi con quella esterna al veicolo.







Lunghezza della parete di un motorhome Carthago: il muso è più profondo e la parete coibentata è più corta



I fattori da considerare per fare una buona comparazione di coibentazione a pari qualità di camper sono:

  • Il materiale di composizione del muso del motorhome: una scocca anteriore in vetroresina sarà più coibentata che un muso in ABS da quattro millimetri.
  • Numero di componenti del muso del motorhome: un musetto costruito in un unico blocco avrà meno dispersioni rispetto ad uno composto da più parti. Inoltre ci permette di annullare completamente le vibrazioni in marcia e a distanza di anni risulterà più facile la riparazione non avendo necessità di reperire ricambi costosi e non sempre facili da rintracciare.
  • La dimensione del muso del motorhome: un muso di piccole dimensioni che lasci più spazio alle pareti meglio coibentate rispetto ad un muso più profondo sarà certamente migliore dal punto di vista della coibentazione
  • Accorgimenti per migliorare la coibentazione da parte della casa madre: essendo il motorhome una modifica di un normale cabinato, ha bisogno di certi accorgimenti come pannelli supplementari coibentanti nella zona motore che non sempre vengono applicati dal costruttore del camper.







Il muso del motorhome Hymer è composto da sole tre parti, aumentando la coibentazione e la facilità di riparazione Il muso del motorhome Carthago è composto da nove parti separate: questo aumenta i rumori in marcia, aumenta le spese di eventuali riparazioni e il muso è più profondo riducendo la coibentazione




Come posso migliorare la coibentazione del mio camper semintegrale o mansardato?

La cosa più semplice da fare per migliorare la coibentazione della nostra casa su ruote e diminuirne la dispersione termica dalla cabina è utilizzare degli oscuranti termici. Questi consistono in pannelli sagomati in base alla meccanica del nostro camper composti da sette strati di materiali diversi. Possono essere applicati, in base ai modelli, sia all’interno che all’esterno del camper e ne esiste una versione esterna che ricopre completamente anche la cabina e non solo i vetri.
Interessante e molto utilizzata per i mansardati è un separè dello stesso materiale degli oscuranti termici per dividere la cabina dal resto del camper.







Oscurante termico esterno per parabrezza e cabina di un camper mansardato o camper seminterale









Marzo 2015,